Brescia – Palermo – Eugenio Corini, “Potevamo vincere”

Nel primo tempo il Brescia è entrato meglio di noi in campo, ha avuto un leggero predominio, nonostante abbiamo avuto qualche situazione in cui potevamo essere più incisivi”.

Lo analizza così il primo tempo di Brescia-Palermo l’allenatore dei rosanero Eugenio Corini dopo il pareggio per 1-1 nell’ultima partita del 2022 prima della sosta.

Al Rigamonti succede tutto nel secondo tempo: dopo il vantaggio di Nicolas Galazzi per i padroni di casa è arrivato il pareggio di Jacopo Segre. “Il Brescia ha fatto gol su un contrattacco – dice Corini – in cui c’è stato un errore nostro nella fase di sviluppo. Abbiamo pareggiato subito con una bell’azione e da lì per me è nata un’altra partita con la percezione del campo che potevamo anche andare a vincerla. Abbiamo avuto anche le opportunità per farlo, ma è mancato quel pizzico di lucidità che a volte ti consente di fare la scelta corretta. Però è stato importante l’approccio e la personalità con cui la squadra ha giocato. E se andiamo a casa da Brescia rammaricati per avere pareggiato, vuol dire che stiamo crescendo”. Per Corini il suo Palermo continua a crescere. “Abbiamo fatto una buona gara – aggiunge – ci conosciamo meglio. Per strutturare un’idea su una squadra ci vuole tempo. Abbiamo chiuso, per me, un buon girone d’andata nonostante le tantissime difficoltà. E adesso dobbiamo approcciare al meglio il giro di ritorno che inizieremo a preparare dopo qualche giorno di riposo nel ritiro di Roma che ci servirà per rimetterci in moto e per afrontare alla grande la partita di Perugia in trasferta”.

    E nel frattempo si aprirà il calciomercato, con i rosanero che saranno alla ricerca dei rinforzi giusti. “Secondo me è giusto che certi ragazzi che hanno avuto poco spazio vadano a giocare – evidenzia il mister – è importante avere meno giocatori di movimento in rosa e quelli che dovranno arrivare servirà che abbiano le qualità necessarie per alzare il livello della nostra squadra”.Ma guai a parlare di obiettivi. “Il campionato è veramente equilibrato, saranno il tempo, il campo e le partite a determinare la classifica che oggi ti dice che sei veramente a un passo dal sogno, ma sei anche a due passi dal baratro”, conclude. 

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.