Canicattini Bagni. Gara per i lavori di riqualificazione urbana 

Sarà pubblicata domani, venerdì 6 Settembre 2019, dalla Centrale Unica di Committenza presso il Consorzio Tirreno Ecosviluppo 2000 di Venetico (ME), a cui sono state demandate tutte le operazioni di gara, ma il bando è reperibile anche sul sito web del Comune www.comunedicattinibagni.it dal menù “Atti e Documenti” sezione “Bandi e Gare”, la gara per l’affidamento dei lavori per il programma innovativo in ambito urbano denominato Riqualificazione Urbana per Alloggi a Canone Sostenibile – Zona Ovest (1° Programma)”  del  Comune di Canicattini Bagni.

L’importo complessivo a base d’asta è di 2.197.999,08 euro e verrà aggiudicato con procedura aperta ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs. 50/2016, con il criterio di aggiudicazione del minor prezzo di cui all’art. 95 del codice e con l’esclusione automatica delle offerte anormalmente basse.

Il termine ultimo per la presentazione di eventuali  quesiti è il  26 Settembre 2019 alle ore 9:30, mentre la scadenza per la presentazione delle offerte è fissata alle ore 9:00 del 7 Ottobre 2019.

La documentazione dovrà essere caricata tramite la piattaforma telematica, accessibile dal portale della Centrale Unica di Committenza all’indirizzo http://www.tirrenoecosviluppo.net – sezione “garetelematiche” ovvero, tirrenoecosviluppo.acquistitelematici.it

Il programma, che dovrà essere realizzato in 540 giorni naturali, come ricordato dal Sindaco Marilena Miceli, è finanziato dalla Regione per un importo di 3.296.264,50 euro (2.837.432,38 finanziamento pubblico e 458.832,12 contributo a carico del Comune), e prevede, oltre al collegamento con la già riqualificata via Grimaldi e via Canale, la sistemazione di tutta l’area di via San Nicola, dove si trovano l’Asilo Nido e la Scuola Materna Statale; il recupero sociale, a bene comune, del vecchio edificio dell’ex Lazzaretto ai “Campicelli” (nella foto), da destinare a contenitore culturale multifunzionale, da assegnare alle Associazioni cittadine, con la realizzazione di un ampio teatro – auditorium, parcheggi, opere di urbanizzazione in tutta l’area; e ancora, la realizzazione di 14 alloggi in “social housing” da destinare ad affitto a canone sostenibile a famiglie e coppie residenti e non residenti, che abbiano i requisiti, come previsto dal relativo Decreto regionale del 2008, per l’accesso al sistema dell’edilizia residenziale pubblica.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.