Caso badanti, Riccioli condannato all’ergastolo

Il Gup Andrea Migneco ha condannato all’ergastolo Giampiero Riccioli, il 51enne ristoratore siracusano, ritenuto responsabile del duplice omicidio dei badanti casertani Alessandro Sabatino di 40 anni e Luigi Cerreto di 23. La sentenza è stata emessa nel pomeriggio e il giudice ha accolto appieno la richiesta formulata dal procuratore generale Miriam Cantone a conclusione della requisitoria del processo celebrato con il rito abbreviato.

Accolte anche le richieste dei legali delle parti civili costituite con il patrocinio degli avvocati Daniele Scrofani, Vincenzo Guida, Natalino Giannotti e Ascione, per i familiari delle due vittime, e i legali in rappresentanza dell’associazione Penelope.
Deluse le aspettative della difesa di Riccioli, avvocato Antonio Meduri, che aveva sollecitato una nuova perizia psichiatrica per comprendere se fosse in grado di intendere e di volere al momento in cui si sono consumati i fatti. Nelle more, l’avvocato Meduri aveva sollecitato per Riccioli l’assoluzione per insufficienza di prove.oer il giudice per l’udienza preliminare non ci sono dubbi che sia stato Riccioli a uccidere i due badanti, scomparsi la mattina del 12 maggio 2014 e i cui resti sono stati rinvenuti nel cortile della villetta di via San Pio da Pietrelcina in contrada Tivoli, alla periferia ovest del capoluogo dove erano stati visti l’ultima volta, dopo avere accudito per diversi giorni il padre di Riccioli.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.