procuratore

Siracusa, Sabrina Gambino verso la nomina di procuratore

Siracusa, Sabrina Gambino verso la nomina di procuratore

La terza commissione del consiglio superiore della magistratura ha nominato all’unanimità Sabrina Gambino, procuratore di Siracusa. Gambino, 53 anni, originaria di Caltagirone, è stata preferita ad altri due magistrati catanesi, che erano rimasti in lizza per occupare la carica che è stata fino al mese di settembre di Francesco Paolo Giordano. La nomina dovrà adesso passare al vaglio del plenum del Csm prima di divenire pienamente operativa. Sabrina Gambino è la prima donna a guidare la Procura di Siracusa. Attualmente è sostituto procuratore generale alla Corte d’Appello di Catania. Ha rappresentato la pubblica accusa al processo contro l’ex presidente della…
Read More
Il consiglio superiore della magistratura ha deliberato il trasferimento del procuratore di Siracusa Giordano a Catania

Il consiglio superiore della magistratura ha deliberato il trasferimento del procuratore di Siracusa Giordano a Catania

E’ stata pubblicata sabato nel numero 17 del Bollettino ufficiale del Ministero della Giustizia la circolare con cui il Plenum del consiglio superiore della magistratura ha deliberato il trasferimento del procuratore capo di Siracusa, Francesco Paolo Giordano. A seguito di propria richiesta, il dott. Giordano è stato trasferito alla Procura Generale presso la Corte di Appello di Catania con funzioni di sostituto procuratore generale (posto vacante e non pubblicato). La delibera è stata esitata nella seduta del 19 giugno su proposta della terza commissione con l’astensione dei consiglieri Balducci, San Giorgio e Forciniti. Era stato proprio il procuratore Giordano con nota inviata l’11 aprile a chiedere di…
Read More
Roma. Archiviato dal Csm il procedimento contro gli 8 magistrati della Procura di Siracusa

Roma. Archiviato dal Csm il procedimento contro gli 8 magistrati della Procura di Siracusa

Archiviato dal Csm il procedimento disciplinare a carico degli otto magistrati della Procura della Repubblica aretusea che fecero scoppiare il “Caso Siracusa”. Di seguito le motivazioni del Csm su questa vicenda che ha tenuto i riflettori della cronaca accesi per diversi anni e impegnato i protagonisti di questo romanzo giudiziario pieno di tanti colpi di scena, con i riflessi della nascita di una seria di processi di cui parecchi ancora aperti in istruttoria e altri nella fase processuale. Con una nota “il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa, Francesco Paolo Giordano richiedeva accertamenti in ordine ad un esposto a firma di…
Read More
“Per Aspera ad Astra”, inquinamento: il popolo degli inquinati difende il Procuratore Giordano che ha già assestato un duro colpo alle lobby della raffinazione

“Per Aspera ad Astra”, inquinamento: il popolo degli inquinati difende il Procuratore Giordano che ha già assestato un duro colpo alle lobby della raffinazione

La traduzione dell’espressione latina “Per Aspera ad Astra” è letteralmente “attraverso le asperità, alle stelle”, in altre parole, la strada che porta alle cose virtuose e gloriose è piena di ostacoli. La frase nasce probabilmente dalla mitologia greca, secondo cui essere un eroe voleva dire aver compiuto grandi imprese e solo gli eroi avevano l’onore, una volta morti, di poter raggiungere l’Olimpo. La locuzione latina, che si ritrova in Virgilio e Seneca, ne riprende anche un’altra che esprime lo stesso concetto, ossia “Ad augusta per angusta” che vuol dire “Alle cose eccelse attraverso le difficoltà”. Ma questa regola non è valsa per il…
Read More
“Caso Siracusa”, lunedì prossimo il Csm affronterà la posizione del procuratore di Siracusa Francesco Paolo Giordano

“Caso Siracusa”, lunedì prossimo il Csm affronterà la posizione del procuratore di Siracusa Francesco Paolo Giordano

Il Csm ha messo in agenda per lunedì 19 prossimo il caso che riguarda il procuratore capo della Repubblica di Siracusa, Francesco Paolo Giordano. Sul capo della Procura aretusea, era stata aperta una proceduta di trasferimento per incompatibilità ambientale. Dopo essere stato ascoltato alla fine di giugno davanti alla prima commissione, Giordano ha aspettato circa 7 mesi ad attendere il responso del Csm, che avrebbe dovuto esprimersi giovedì scorso ma ha poi rinviato la seduta di qualche giorno a causa di alcuni fatti imprevisti rimasti sconosciuti. Al vaglio dell’organo di autotutela della magistratura c’è la relazione della prima commissione a seguito dell’attività…
Read More
× Segnala