Vinciullo: Oltre 200 mila cittadini esclusi dalla possibilità di eleggere il Presidente della ex Provincia


Il Governo regionale ha fissato per il 19 aprile le elezioni per il Presidente della ex Provincia di Siracusa, dimostrando, al solito, miopia e strafottenza nei confronti della provincia di Siracusa. Lo dichiara Vincenzo Vinciullo.
Il Governo regionale, infatti, totalmente incapace di comprendere ciò che avviene nelle Province, tant’è vero che l’altra sera i deputati di Messina e Palermo l’hanno messo in minoranza sul Bilancio provvisorio della Regione, che ad oggi non ha più nemmeno lo strumento finanziario, ha volutamente, penso, dimenticato di verificare se tutti i cittadini delle varie province, attraverso i propri rappresentanti democraticamente eletti, possano votare alle elezioni per il Presidente della Provincia.
Con una tracotanza senza limiti, ha proseguito Vinciullo, il Governo regionale non ha tenuto presente il caso emblematico della sua inefficienza relativo alla provincia di Siracusa, dove oltre 200 mila persone, cioè più della metà dei suoi abitanti, non può partecipare al voto perché o i Consigli Comunali sono sciolti o i Consigli Comunali sono in attesa di sentenza del giudice o i Consigli Comunali devono andarsi a rieleggere.
Il primo caso è quello della città di Siracusa, che l’8 aprile attende la decisione del CGA e che, a secondo di quale sarà, potrebbe consentire ai Consiglieri Comunali di votare, così come a giorni dovrebbe essere fissato il ricorso al TAR dei Consiglieri Comunali che contestano lo scioglimento dell’Assise cittadina.
E Siracusa vale oltre 120 mila abitanti.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.