Coronavirus, Conte: “Prossimo decreto da almeno 25 miliardi, abbiamo agito prima che l’Oms dichiarasse l’emergenza“

L’Italia ha agito “con determinazione e assoluta speditezza” di fronte alla diffusione del Covid-19. E lo ha fatto “ben prima che l’Organizzazione mondiale della sanità dichiarasse il coronavirus emergenza”. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenendo davanti all’Aula di Montecitorio per la prima informativa sulla crisi sanitaria, ha difeso l’azione del governo. Dopo giorni di interventi senza precedenti per la storia del Paese, il premier si è presentato davanti all’Assemblea e come prima cosa ha chiesto un applauso in ricordo degli oltre 7mila morti. “Sono giorni terribili per la comunità internazionale”, ha detto ricordando che verrà “il tempo per i bilanci”, ma ora è “il tempo dell’azione“. “Per la prima volta dalla fine del secondo conflitto mondiale”, ha osservato il premier, “siamo stati costretti a limitare delle libertà fondamentali“. Ma, ha continuato: “La scelta degli interventi effettuati si è sempre basata sulle relazioni del Comitato tecnico-scientifico”. E “i principi ai quali ci siamo attenuti sono stati quelli della massima precauzione, ma contestualmente anche quelli della proporzionalità dell’intervento all’obiettivo. E’ questa la ragione della gradualità delle misure“. E anche per questo ha rivendicato l’uso dello strumento dei Dpcm “per modulare le misure al meglio”.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.