Michele Mangiafico su opere pubbliche e manutenzione stradale: “Soddisfazione interventi in via Mozia, attenzione su via Monte Cervino e contrada Palazzo a Cassibile“


Sarà il 2020 l’anno in cui i residenti di via Mozia, in zona Pizzuta, vedranno la strada in cui abitano degna di una condizione civile. La realizzazione di questo intervento, infatti, sarà possibile grazie ai fondi inseriti nel bilancio comunale, ai quali se ne aggiungono altri frutto di una rimodulazione voluta dal Sindaco.
Per tale intervento soddisfazione è stata espressa da Michele Mangiafico il quale, nei giorni scorsi, insieme al primo cittadino Francesco Italia, ha incontrato i residenti per discutere del progetto che “prevede lavori di sbancamento, pavimentazione in conglomerato bituminoso, tappetino, collettore smaltimento acque bianche e segnaletica stradale, per un importo totale di 140 mila euro” – spiega Mangiafico.
“Via Mozia – continua – è un’arteria cittadina comunale nata come strada privata e ceduta nel 2007 al Comune, che l’ha dichiarata parte integrante del demanio stradale comunale con delibera n. 68 del 09/02/07. Le disastrose condizioni della strada, in realtà, vengono denunciate fin dal 1994. Nel dicembre del 2014, l’Amministrazione comunale di Siracusa redige un progetto di riqualificazione, i cui estensori sono l’ingegnere Trigilia e i geometri Massara e Gagliani”.
Solo adesso, però, il Sindaco ha dato il via al dirigente di settore per procedere con gli atti di gara all’affidamento dell’opera.
“Esprimo vivo apprezzamento e mi propongo di seguire con la medesima attenzione gli atti successivi.” – commenta ancora Mangiafico allargando inoltre la riflessione anche ad altre arterie siracusane, anch’esse bisognose di intervento, come via Monte Cervino e Contrada Palazzo a Cassibile.
“Via Monte Cervino, benché presente nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche, non gode di un progetto redatto dagli uffici che possa permettere di lavorare ad uno stanziamento, certamente superiore rispetto a quello di via Mozia, per risolvere un’altra grave condizione di totale abbandono nel medio periodo” – afferma Mangiafico.
E poi c’è Contrada Palazzo a Cassibile, una delle arterie con maggiore criticità, e via Servi Di Maria che, così come altre strade, risulta sprovvista di marciapiedi. Su tutto questo Mangiafico invita il primo cittadino a porre le basi per intervenire in fase di programmazione 2020, per trovare una soluzione su ciascuna di esse. “Confido nella sensibilità che Francesco Italia ha mostrato e nelle possibilità offerte da una programmazione anno per anno”, chiosa Mangiafico.
Prendere esperienze virtuose di altre città italiane e riproporle a Siracusa potrebbe essere una soluzione “per evitare – dichiara Mangiafico – che i cittadini debbano sentirsi figli di un dio minore, perché non comprendono per quale ragione venga scelto un intervento piuttosto che un altro a parità di gravità di condizioni”.
“A tal proposito, – dice Mangiafico – ho già sottolineato in passato e in Consiglio comunale nel corso di alcuni interventi dell’esistenza di vari tipi di P.m.s. (pavement management systems), ovvero di un sistema programmato di intervento sulle strade che permette di entrare in azione all’inizio della fase di degrado e di avere risparmi economici fino a tre volte. Un Pms è costituito da un insieme di procedure e strumenti finalizzati ad assistere chi deve prendere decisioni nell’individuare le strategie più opportune per realizzare, monitorare e mantenere pavimentazioni idonee. Rispondendo ai tre quesiti fondamentali della programmazione, ovvero dove, come e quando intervenire su una pavimentazione stradale, il sistema consente di attuare un approccio orientato alla programmazione.”
Su questo settore, casi di studio avanzati nell’ambito delle “smart cities” andrebbero seguiti per osservare verso dove sta andando il mondo oggi.
Di seguito, a titolo esemplificativo, cosa accade a Lanexa, in Kansas. Ma un applicativo analogo è stato adottato dal Comune di Roma.

https://shawneemissionpost.com/2019/11/06/lenexa-may-become-first-city-to-implement-large-scale-smart-road-infrastructure-84126

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.