Nuovo ospedale di Siracusa. Firmato il protocollo di legalità

Nella mattinata del 19 maggio 2021, il Prefetto Vicario di Siracusa, dott.ssa Michela La Iacona, il Prefetto di Siracusa, dott.ssa Giusi Scaduto, nella qualità di Commissario straordinario, e il Direttore Generale dell’ASP aretusea, dott. Salvatore Lucio Ficarra, hanno sottoscritto il “Protocollo di legalità per la progettazione e la realizzazione del nuovo complesso ospedaliero della città di Siracusa”.

Con l’intesa pattizia, ispirata agli schemi di ultima generazione approvati dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica con delibera n. 62 del 26.11.2020, le Istituzioni hanno voluto congiuntamente sottolineare il preminente interesse pubblico a rafforzare la cornice di legalità e trasparenza per ogni fase di attuazione dell’importante opera dal costo stimato di 200 milioni di euro, tanto attesa dalla collettività della provincia siracusana.

Erano, infatti, presenti anche il Questore, dott.ssa Gabriella Ioppolo, i Comandanti provinciali dei Carabinieri, Col. Giovanni Tamborrino, della Guardia di Finanza, Col. Luca De Simone, e il Capo Centro DIA di Catania, dott. Carmine Mosca, che hanno assicurato il massimo impegno nel supportare la Prefettura di Siracusa nell’azione di prevenzione, controllo e contrasto dei tentativi di infiltrazione mafiosa nonché di verifica della sicurezza e della regolarità dei cantieri di lavoro.

In particolare, il Protocollo prevede l’estensione del regime delle informazioni antimafia di cui all’articolo 91 del d.lgs. 159/2011 a tutti i soggetti appartenenti alla “filiera delle imprese”, ovvero al complesso dei soggetti che interverranno a qualunque titolo nel ciclo di progettazione e realizzazione dell’opera e a tutte le fattispecie contrattuali, indipendentemente dall’oggetto, dal valore, dalla durata e da qualsiasi condizione e modalità di esecuzione.

Sarà predisposta un’apposita banca dati, conforme alle disposizioni del Garante per la privacy ed accessibile dall’esterno alle sole Forze di polizia, in cui confluiranno le informazioni necessarie ad esercitare il monitoraggio sulle vicende societarie, sui flussi finanziari, sulle procedure ablative e sull’andamento del cantiere. L’inottemperanza da parte degli affidatari di opere e servizi dell’obbligo di comunicazione comporterà l’applicazione delle penali espressamente indicate.

Il protocollo è immediatamente vincolante e il Commissario ha precisato che sarà operativo già dalla stipula del primo contratto con il raggruppamento vincitore del concorso di idee per l’affidamento dei servizi di ingegneria, in fase avanzata di definizione pure a seguito dell’approvazione da parte del Nucleo di investimenti del Ministero della Salute dell’Accordo di programma proposto dalla Regione Siciliana per il finanziamento proprio del nuovo ospedale di Siracusa.

Il testo del Protocollo è visionabile sul sito istituzionale della Prefettura di Siracusa.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.