La Destra italiana verso la riunificazione. Marco Cerreto eletto segretario nazionale del Movimento per la sovranità: c’è il patto con Fdi

Il Movimento Nazionale per la Sovranità dopo due anni raggiunge l’obiettivo prefissato; è riuscito a costruire una presenza su quasi tutto il territorio nazionale, ad organizzare centinaia di manifestazioni, due cortei nazionali e a candidare i suoi militanti in numerose prove elettorali. Un programma rispettato messo in piedi nel Congresso di fondazione nel febbraio 2017; gli obiettivi del Movimento erano chiare: offrire una casa comune a tutte le anime della destra dispersa, contribuire a costruire il Polo Sovranista nello scenario politico italiano.

(nella foto di copertina: Roberto Menia, Gianni Alemanno e Marco Cerreto)

Ed ecco oggi 7 luglio del 2019 il grande appuntamento con l’Assemblea del Movimento Nazionale per la Sovranità che ha eletto segretario Marco Cerreto al posto del dimissionario Gianni Alemanno. Il nuovo segretario e il presidente Roberto Menia avranno il compito di rappresentare l’MNS nel patto federativo con Fratelli d’Italia che è stato ratificato dall’Assemblea e che ha già portato l’MNS a esprimere candidati all’interno delle liste europee del partito di Giorgia Meloni. Si tratta della certificazione di un cambio di rotta: gli alemanniani alle politiche avevano scelto di sostenere le liste della Lega di Salvini, nelle quali avevano eletto il senatore Claudio Barbaro. Adesso c’è l’adesione a Fratelli d’Italia, dopo aver candidato nelle liste della Fiamma esponenti alemanniani in tutte le circoscrizioni. Dopo questi passaggi partitocratici, è forse tempo anche di ritrovare un po’ di saggezza nella gestione della Fondazione An, dove gli scontri tra correnti archeologiche hanno impedito una degna programmazione culturale e generato il deperimento delle sedi acquistate con le risorse dei fascisti nel dopoguerra.

Ecco una breve sintesi della relazione di Roberto Menia

“Sono passati dieci anni dalla fine di Alleanza Nazionale. È tempo che la destra italiana ponga fine alla sua diaspora, per questo abbiamo risposto positivamente all’appello di Giorgia Meloni per creare un grande movimento conservatore e sovranista sotto il simbolo della Fiamma Tricolore”.

L’intervento di Marco Cerreto neosegretario

“Fin dalla fondazione il nostro obiettivo è stato quello di creare un Polo sovranista che raccolga l’eredità del vecchio centrodestra. Oggi per spingere la Lega a porre termine alla negativa esperienza del Governo Conte, è necessario  costruire un nuovo grande movimento politico di destra che può nascere solo da Fratelli d’Italia e che sarà il secondo pilastro del Polo sovranista”.

Carolina Varchi (esecutivo nazionale Fratelli d’Italia)

“Fratelli d’Italia vuole crescere allargando la sua aggregazione in tutto il centrodestra. – Ma la premessa necessaria è  riunificare il mondo della destra diffusa e dispersa. Per questo è molto importante il Patto federativo che Giorgia Meloni ha siglato con l’MNS perché recuperiamo il rapporto con un pezzo importante della storia della destra tradizionale, fino a ieri ancora fuori da Fratelli d’Italia”.

L’avvocato Aldo Ganci nella foto, Commissario per la Sicilia del MNS, a conclusione dell’assemblea nazionale del Movimento ha espresso la sua viva soddisfazione per il risultato raggiunto, dopo un lungo e impegnativo lavoro di squadra.

 

L’avvocato Aldo Ganci nella foto, Commissario per la Sicilia del MNS,

a conclusione dell’assemblea nazionale del Movimento ha espresso la

sua viva soddisfazione per il risultato raggiunto, dopo un lungo e impegnativo

lavoro di squadra.

 

 

Fonte: @bardadillo.it

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.