Commissione Ue: si semplificano i bandi per attività produttive

 

Palermo, 9 giugno 2020 – Accelerare e semplificare le procedure di certificazione della spesa inerente ai bandi del Po Fesr di competenza dell’assessorato regionale alle Attività produttive.  E’ l’obiettivo del protocollo d’intesa tra l’assessorato regionale alle Attività produttive e la Conferenza regionale dell’Ordine dei dottori commercialisti e revisori esaminato e sottoscritto oggi in Commissione Ue. Un progetto che arriva al culmine di un’iniziativa adottata in commissione Ue e che si era tradotta anche in una risoluzione.

 

Lo rende noto l’on. Rossana Cannata, componente della commissione regionale Esame delle attività dell’Unione europea, che ha seguito con particolare attenzione l’iniziativa “per dare un importante impulso – spiega il deputato regionale di Fratelli d’Italia – all’accelerazione e alla semplificazione in materia di certificazione delle spese relative ai bandi in un momento storico come quello che stiamo attraversando. Con la diffusione del Covid-19, infatti, molte imprese si stanno trovando di fronte a una carenza o, peggio, una mancanza di liquidità che bisogna assicurare anche tramite azioni di semplificazione delle procedure amministrative. Un importante coinvolgimento e una virtuosa sinergia con tutti gli Ordini dei dottori commercialisti e revisori, i cui presidenti stamattina, in videoconferenza, hanno partecipato alla sottoscrizione con la fattiva presenza anche del dott. Massimo Conigliaro, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Siracusa”.

 

“L’iniziativa – prosegue la vicepresidente della commissione Antimafia – si aggiunge a un altro importante obiettivo raggiunto in tal senso. Pochi giorni fa, infatti, l’Ars ha approvato un Odg di Fratelli d’Italia che prevede l’istituzione di una commissione d’indagine e di studio per la semplificazione legislativa dei processi amministrativi e la sburocratizzazione della pubblica amministrazione”.

 

L’on. Rossana Cannata conclude: “Si tratta di tempestive risposte alle esigenze di piccole e medie imprese soprattutto con l’obiettivo di porre fine a decenni di lungaggini e rallentamenti che hanno spesso impedito il decollo di diverse iniziative e settori produttivi”.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.