Confindustria Siracusa: proroghiamo l’USCAI fino al 30 giugno per i lavoratori della zona industriale

Il Presidente di Confindustria Siracusa, Diego Bivona, ha scritto alla Direzione provinciale dell’ASP e all’Assessorato regionale alla Salute per chiedere che il presidio sanitario USCAI (Unità Speciale di Continuità Assistenziale Industriale), presso il dopolavoro Isab-Lukoil di Viale E. Garrone, a cura dell’ASP di Siracusa, venga prorogato al 30 giugno per consentire a tutti i lavoratori della zona industriale di fruire del presidio “tamponi” al fine di monitorare e contenere la diffusione epidemiologica da Covid-19.

Ad oggi, sono stati effettuati circa 300 tamponi antigenici e 40 tamponi molecolari fra i lavoratori, cosi come rilevato dal Comitato Tecnico Salute di Confindustria Siracusa, che coordina l’attività.

La convenzione, infatti, prevede la data terminale del presidio al 31 gennaio, originariamente coincidente con la fine della “fermata di manutenzione” di Isab-Lukoil.

“La disponibilità dimostrata dall’Assessore Razza e dal Direttore generale dell’Asp Ficara – dice Diego Bivona – in occasione della visita fatta al presidio a dicembre insieme all’On.le Prestigiacomo, ci fa ben sperare che l’attività della USCAI possa proseguire per tutti i lavoratori delle aziende della zona industriale fino al 30 giugno”.

“Risulta strategico infatti – continua il Presidente di Confindustria Siracusa – che tale preziosa attività continui ad assicurare assistenza e monitoraggio ai lavoratori e che possa inoltre l’USCAI, grazie al qualificato apporto dei medici dell’ASP, essere utilizzato per la somministrazione dei vaccini anti Covid-19”.

Siracusa, 28 gennaio 2021

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.