Giornata della Legalità , ricordato questa mattina a Canicattini il 28° anniversario della strage di Capaci

Con una cerimonia sobria, nel rispetto delle misure previste per il contenimento del contagio del Covid-19, questa mattina in Piazza Borsellino, con la deposizione di una corona d’allora ai piedi della stele che ricorda i giudizi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, l’Amministrazione e il Consiglio comunale di Canicattini Bagni hanno ricordato la Giornata della Legalità e il 28° Anniversario della strage mafiosa di Capaci, nella quale persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifano, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Presenti, con il Sindaco Marilena Miceli e il Presidente del Consiglio comunale Paolo Amenta, gli Assessori, i Consiglieri di maggioranza e minoranza, il Comandante della Stazione Carabinieri, M.M. Sebastiano Pappalardo, e il Comandante della Polizia Municipale, Giuseppe Casella.

Di memoria e valori ha parlato il Sindaco Miceli a nome di tutta la città.

«Questa giornata, che quest’anno abbiamo voluto mantenere sobria evitando assembramenti nel rispetto delle norme anti Covid-19 – ha detto il Sindaco Miceli – rappresenta la memoria e i valori morali e culturali della legalità al quale uomini e donne sono stati fedeli sino all’estremo sacrificio. Come istituzioni abbiamo il dovere di salvaguardare e tramandare questa memoria e di operare guidati da questi principi e valori, che devono appartenere ad ognuno di noi, amministratori e cittadini, rafforzando l’attualità della lotta alla criminalità organizzata e all’illegalità».

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.