Percettore reddito di cittadinanza incline a commettere reati, la Polizia scrive All’Inps che revoca il sostegno economico

Siracusa, 14 Ottobre 2021- Il giugno scorso, agenti delle Volanti durante i quotidiani controlli finalizzati al contrasto della vendita e del consumo di stupefacenti, nelle cosiddette piazze dello spaccio siracusano, hanno arrestato e posto ai domiciliari un uomo di 31 anni per detenzione ai fini dello spaccio di droga.

Pochi giorni dopo l’arresto, lo stesso è stato nuovamente arrestato per aver violato la misura limitativa della libertà persoinale cui era stato sottoposto, evadendo dai domiciliari.

Il soggetto, noto alle forze di polizia per essere dedito a commettere reati in particolare contro il patrimonio e contro le leggi sugli stupefacenti, risultava percettore del reddito di cittadinanza.

Raccolta una corposa documentazione dalla quale si evinceva il profilo criminale dell’uomo, gli uomini delle Volanti, diretti dalla dott.ssa Giulia Guarino, hanno inviato ai competenti Uffici dell’INPS una specifica richiesta per la sospensione del sussidio.

Dopo aver effettuato le istruttorie del caso, l’stituto previdenziale ha revocato al trentunenne il reddito di cittadinanza.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.