Priolo, Susinni Pd: “Servono proposte non proclami”

Proclami, comunicati, volantini, che da 40 anni vengono proposti da personaggi in cerca di visibilità politica non hanno mai contrastato il fenomeno, infatti non è cambiato niente.

Il Segretario del partito Democratico di Priolo Gargallo Carmelo Susinni, ritorna sull’argomento delle molestie olfattive che nei giorni scorsi hanno infastidito la popolazione. Il Partito Democratico di Priolo Gargallo, si farà promotore di proposte e progetti rivolti alla tutela dell’aria, i proclami urlati da gruppi minoritari appartenenti al direttivo non hanno alcun titolo e non rappresentano la linea politica del PD di Priolo, la cui ufficialità delle attività appartengono al segretario ed al direttivo democraticamente eletti. Dal lontano 1979 quando Priolo divenne Comune autonomo, molti personaggi hanno cavalcato la protesta dell’inquinamento in cerca di visibilità politica, con proclami, comunicati, volantini, ma sono state azioni che non hanno mai prodotto risultati, infatti ancora oggi discutiamo dello stesso fenomeno. La nostra azione programmatica, prosegue Susinni, segue altre direzioni, proponiamo, secondo il principio di sussidiarietà verticale, che i Comuni possano costituirsi in consorzi per l’esercizio associato di funzioni che attengono interessi della collettività del territorio. Nello specifico della qualità dell’aria, l’Ente consorziato dei Comuni di Siracusa, Priolo, Melilli ed Augusta, dovrà realizzare una propria mappatura di tutti gli scarichi in atmosfera presenti negli stabilimenti, la cui tipologia delle sostanze, consentirà di dotarsi di specifiche centraline che saranno ubicate in tutto il territorio, questi ci consentirà di individuare subito la fonte, ed evitare il pallegiamento di responsabilità. Costituito il consorzio, le risorse per realizzare il progetto sono disponibili dai fondi strutturali europei gestiti dalla Regione. Proporremo al Sindaco e al presidente del Consiglio Comunale di Priolo, la nostra collaborazione in tutte le sedi opportune per la realizzazione del progetto. La linea politica della segreteria, come già ribadito in altre occasioni, sostiene che il Partito Democratico debba essere il promotore del dialogo costruttivo con la zona industriale, ancora oggi, anche se molti dimenticano, la principale risorsa occupazionale del territorio. Ma chi gestisce gli stabilimenti deve capire che il buon senso non può essere unilaterale, che la politica deve dare le giuste risposte alle popolazioni con i progetti risolutivi, e non più con i proclami della politica urlata. In occasione dell’evento del 31 agosto, mi sono rivolto al Presidente di Confindustria, quando si parla di tutela della salute pubblica, non sono ammesse distrazioni, perché l’industria perde l’etica e la credibilità nelle popolazioni, già provate per la mancanza di lavoro, e non c’è bisogno di scomodare la scienze sociali per capire che la scarsa credibilità e la disoccupazione sono delle variabili sociali difficili da controllare, che costringerebbero le popolazioni ad assumere comportamenti conflittuali verso le industrie.

Il segretario PD Priolo Gargallo

Dott. Carmelo Susinni

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.