Riapertura in sicurezza dei parchi e dei musei archeologici in Sicilia, l’On. Cafeo presenta un’interrogazione

“I musei e i pachi archeologici siciliani come noto rappresentano uno dei principali motivi di attrazione turistica per la nostra regione; per questo, alla luce dell’ormai imminente piano di riaperture dopo la chiusura a causa della pandemia di Covid-19, ho interrogato il Governo sulle prospettive e sugli interventi previsti nell’immediato futuro”.
A darne notizia è l’On. Giovanni Cafeo, Segretario della III Commissione Attività Produttive all’ARS, nell’illustrare l’interrogazione presentata oggi avente per tema “Notizie sulla riapertura dei musei e parchi archeologici in Sicilia”.
“Per effetto della progressiva riduzione delle risorse disponibili – spiega l’On. Cafeo – le prestazioni orarie del personale addetto alle pulizie nei parchi e nei musei siciliani sono drasticamente diminuite. In particolare, presso il museo regionale “Paolo Orsi” di Siracusa le ore di lavoro giornaliero degli operatori si sono ridotte da 6 a 2, con evidenti ricadute sulla qualità del servizio e sull’igiene degli ambienti in un contesto nel quale, proprio in piena Fase 2, servirebbe al contrario incrementarle”.
“In previsione della riapertura dei siti culturali siciliani con il fine di garantire la massima sicurezza sia ai fruitori sia al personale – conclude l’On. Cafeo – ho chiesto all’Assessore ai Beni Culturali e al Presidente della Regione quali interventi saranno assunti per coordinare le riaperture e con quali modalità, in relazione alle criticità evidenziate, s’intenda intervenire per garantire il ripristino dei livelli di prestazioni relative all’igienizzazione dei locali, aderendo ai nuovi stringenti protocolli di sanificazione legati alla Fase 2 della lotta al Covid-19”.
Siracusa, 27 maggio 2020

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.