Sanità Lazio, UGL: “Operatori Gruppo Ini senza stipendi, triste Natale mentre Regione tace”

Roma, 22 dicembre 2022 – “In un comunicato al personale, datato 20 dicembre, il Gruppo Ini, alle prese con vicende giudiziarie al vaglio delle autorità preposte e su cui non ci pronunciamo, ha fatto sapere al personale di aver pagato solo una parte della retribuzione di novembre 2022. Natale ormai è alle porte e per le famiglie degli operatori sanitari delle varie strutture del Gruppo Ini si annunciano delle tristi festività, visti anche gli enormi problemi per gli aumenti delle bollette causati dalla crisi energetica che sta mettendo in ginocchio tanti cittadini” dichiarano con preoccupazione il Segretario Nazionale della UGL Salute Gianluca Giuliano e Rosa Roccatani, Segretario Provinciale di Frosinone. “Resta quindi aperto lo stato di agitazione del personale – proseguono i sindacalisti – e siamo in attesa ancora di convocazione in Prefettura per il tentativo di conciliazione. Non riusciamo a intravedere, in tempi brevi, una luce che possa dare quella serenità che meritano i professionisti coinvolti. La Giunta uscente del Lazio rimane pilatescamente in silenzio con alcuni protagonisti troppo impegnati a lanciare la propria campagna elettorale per il prossimo Presidente della Regione. Evidentemente il fatto che solo una parte dello stipendio di novembre sia stato ad oggi pagato, e che l’erogazione della seconda parte, della tredicesima e della mensilità di dicembre siano una chimera, interessa poco Zingaretti e D’Amato. Noi invece siamo al fianco dei lavoratori del Gruppo Ini e non intendiamo fermare la protesta. Non c’è Natale, non può esserci futuro senza giustizia sociale. Quella che ad oggi è negata ai lavoratori del Gruppo Ini” concludono Giuliano e Roccatani.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.