Sicilia, politiche sociali – Giuseppe Vecchio nuovo Garante per l’infanzia

30 novembre 2020 – Giuseppe Vecchio è il nuovo Garante siciliano per l’infanzia e l’adolescenza. Lo ha nominato il governo Musumeci, su proposta dell’assessore alle Politiche sociali, Antonio Scavone. Direttore del dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’università di Catania, Vecchio, 68 anni, è stato docente del master sulla difesa dei consumatori e consigliere nazionale della Croce rossa italiana.

“Nella scelta che il governo regionale ha effettuato tra le 13 candidature arrivate – afferma Scavone – il professore Vecchio rappresenta la migliore garanzia possibile per la vigilanza e il rispetto dei diritti dei minori. Siamo sicuri che saprà svolgere un ruolo di efficace ausilio alle istituzioni preposte, come i tribunali per i minori, oltre che coadiuvare il governo regionale nelle opportune modifiche legislative da apportare per una migliore tutela degli adolescenti“.

Tra i compiti del garante: la vigilanza in Sicilia sulla Convenzione dei diritti del fanciullo del 20 novembre 1989 e delle successive convenzioni internazionali che tutelano i soggetti in età evolutiva, sui fenomeni di esclusione sociale e di discriminazione dei bambini e degli adolescenti, sulla comunicazione a mezzo stampa e audiovisiva sotto i profili della percezione e della rappresentazione infantile, sui fenomeni dell’evasione e dell’elusione dell‘obbligo scolastico e sul fenomeno dei minori scomparsi; la promozione delle forme di partecipazione degli adolescenti alla vita delle comunità; la collaborazione con l’Osservatorio permanente sulla famiglia contro la pedofilia e la pedopornografia infantile.

“Al professore Vecchio – continua Scavone – affidiamo l’incarico di affiancare questo governo regionale e tutti gli enti preposti, affinché si migliori sempre di più il sistema a salvaguardia dei diritti degli adolescenti. L’obiettivo è quello di creare una vigilanza efficace che, in caso di necessità di intervento delle istituzioni per la tutela dei minori, e purtroppo le cronache ci dicono che succede spesso, metta in moto un meccanismo che ci faccia intervenire il più tempestivamente possibile. Il governo Musumeci è da sempre impegnato per una politica di inclusione sociale ed è chiaro che quando si tratta di minori l’attenzione è al massimo livello di guardia“.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.