Siracusa – Paziente costretto ad attendere in ospedale, in tre inveiscono contro medici e infermieri

Era andato in escandescenza dopo avere ricevuto il diniego a ricevere cure immediate al pronto soccorso dell’ospedale ,Umberto primo di Siracusa. L’intervento dei poliziotti è stato provvidenziale per sedare gli animi e per denunciare l’aggressore. L’episodio è avvenuto il giorno di Capodanno e gli agenti sono intervenuti all’ospedale per la segnalazione di una persona molesta che, lamentandosi di non ricevere cure immediate, aveva inveito contro il personale medico, minacciandolo.

Giunti sul posto, gli agenti hanno accertato che, nella circostanza, anche la madre del giovane e il nipote minorenne avevano dato in escandescenza. Per tali motivi, il giovane è stato denunciato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e minacce aggravate, la madre di quest’ultimo, una donna di 60 anni, è stata denunciata per resistenza a pubblico ufficiale ed infine il minore, sedicenne, è stato denunciato anche per danneggiamento della porta del nosocomio che ha colpito con calci.

Si tratta dell’ennesimo episodio di insofferenza e di violenze ai danni del personale sanitario dell’Umberto primo già denunciato nel recente passato anche dalle organizzazioni sindacali.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.