A Siracusa un centro congressi targato Camcom

Potrebbe essere colmata a breve una delle lacune della città legata alla mancanza di un capiente centro congressi. Il consiglio della Camera di commercio del Sud est ha esitato una delibera, proposta dalla giunta, con cui stanzia una congrua somma che sarà destinata alla costruzione di una struttura capace di accogliere 3mila persone. La proposta rientra nel piano degli investimenti triennali che l’ente camerale ha predisposto due settimane addietro prevedendo un finanziamento complessivo di 10 milioni di euro da investire sulle tre aree in cui ricade la camera di commercio accorpata.

Nel piano è prevista la realizzazione di un ente fiera a Catania, per il quale è stata nominata commissione, che sta predisponendo l’acquisto della struttura destinata a fiere espositive settoriali; a Ragusa nascerà una scuola di alta formazione enogastronomica con la collaborazione di chef stellati che utilizzeranno prodotti del territorio, mentre a Siracusa sarà realizzato il centro congressi. “La giunta camerale – spiega Sandro Romano, tra i componenti della Camcom – ha inteso dare seguito a un indirizzo pervenuto dal consiglieri anche siracusani dotando finalmente la nostra città di uno spazio adeguato ad ospitare convegni di un certo respiro. Per una città a vocazione turistica come la nostra mancava una struttura di siffatte dimensioni che riuscirà a catalizzare l’attenzione di organizzazioni importanti che muovono centinaia se non migliaia di partecipanti ad eventi di largo respiro. Ad oggi una struttura simile non esiste e ciò penalizza Siracusa che non potrà mai entrare nei circuiti convegnistici nazionali e internazionali. Sarà il più grande centro congressi della Sicilia che si tradurrà in riscontro economico per il territorio in termini di accoglienza, ristorazione e turismo”.

Lo stanziamento della somma consentirà all’ente camerale di acquisire un’area sul territorio cittadino, idonea non solo a costruire il centro congressi ma a prevederne tutti i servizi accessori. “Il presidente Agen – continua Romano – ha avuto modo di illustrare l’iniziativa al sindaco Francesco Italia, che ha dato la propria disponibilità e quella della sua giunta riservandosi di avanzare proposte sull’area su cui dovrà sorgere il centro. Il progetto prevede un concorso con studi di alto livello il cui costo lo si vedrà in fase dio progettazione esecutiva”.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.