Exposanità 2022 ,convegno “A prescindere dal genere” – Un confronto con il mondo sanitario

Il Comitato Unitario delle Professioni dell’Emilia-Romagna presente a Exposanità 2022 con il convegno “A prescindere dal genere. Un confronto con il mondo sanitario”. Partecipa ai lavori anche la Regione Emilia-Romagna tramite l’assessora alle pari opportunità Barbara Lori. Appuntamento a BolognaFiere giovedì 12 maggio alle ore 10.

 

Alla figura di Agnodice, la prima ostetrica donna dell’Antica Atene, è ispirata la tavola rotonda organizzata dal Comitato Unitario delle Professioni dell’Emilia-Romagna dal titolo “A prescindere dal genere. Un confronto con il mondo sanitario”.

Il convegno si terrà giovedì 12 maggio a partire dalle 10 nella Sala Beethoven di BolognaFiere (Viale della Fiera 20) e sarà tra gli eventi di punta di Exposanità 2022, la manifestazione fieristica internazionale dedicata ai temi della salute, della cura e dell’assistenza sanitaria in scena a Bologna dall’11 al 13 maggio prossimi.

L’obiettivo del convegno, condiviso tra tutti i professionisti sanitari aderenti al CUP-ER, è quello di proporre e pianificare le strategie da attuare insieme alla Regione, volte al rafforzamento delle politiche di genere, con uno sguardo al presente, dopo le conseguenze sociali ed economiche che la pandemia ha avuto sulle lavoratrici.

La tavola rotonda – spiega Rossella Trenti vicepresidente del CUP-ER nonché ideatrice del convegno – rappresenta un’occasione di confronto sui temi di certificazione di genere, lavoro di cura, medicina di genere, confronto con il mondo STEM in una riflessione che ingloba interventi e strategie messe in campo dalla Regione Emilia-Romagna”.

Ad introdurre i lavori della tavola rotonda sarà il presidente del CUP-ER, Alberto Talamo insieme all’assessora regionale alle Pari Opportunità, Barbara Lori.

Seguiranno gli interventi della vicepresidente del CUP-ER Rossella Trenti, della coordinatrice del Comitato Pari Opportunità Carmelina Fierro, all’interno di un’ampia e partecipata tavola rotonda con altri e altre rappresentanti delle professioni sanitarie del Comitato Unitario. Coordina i lavori la giornalista Deborah Annolino.

Il CUP ER, che in Emilia-Romagna rappresenta oltre 150mila professionisti, continua a mettere in campo azioni e proposte volte a prevenire qualsiasi forma di discriminazione di genere, dentro e fuori i luoghi di lavoro.

La partecipazione al convegno è gratuita e aperta a tutti i professionisti previa iscrizione al seguente link: CLICCA QUI

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.