Strangolata in casa a Bagheria nel Palermitano, fermata figlia 17enne per omicidio volontario

Sarebbe stata strangolata dalla figlia 17enne una donna di 55 anni, maestra elementare, trovata morta nella sua abitazione a Bagheria, nel Palermitano.

La minorenne è in stato di fermo per omicidio volontario.

Il provvedimento è stato emesso dalla procuratrice per i minorenni, Claudia Caramanna, al termine del lungo interrogatorio. La 17enne ha confessato il delitto. Secondo quanto emerso dalle indagini, da tempo fra madre e figlia c’erano continui litigi.
La lite tra la maestra elementare e la figlia minorenne sarebbe scoppiata alle tre della notte scorsa. E’ stata la diciassettenne, stamattina intorno alle 8, a lanciare l’allarme.
La donna insegnava in una scuola elementare in provincia di Palermo. Secondo quanto si è appreso, la ragazza in un primo momento avrebbe parlato ai soccorritori di suicidio. Ma la sua ricostruzione dei fatti è crollata durante l’interrogatorio davanti alla procuratrice per i minorenni di Palermo, Claudia Caramanna. Secondo una prima ipotesi investigativa, la donna sarebbe stata strangolata.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.