Gennuso:”ospedale di Noto, subito la riconversione”

Quale futuro è riservato all’ospedale Trigona di Noto, con lo scemarsi dell’emergenza Covid 19? Un interrogativo che il parlamentare regionale sospeso, Pippo Gennuso, rivolge all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.
“L’assessore Razza – dice Gennuso – intervenendo nelle polemiche sollevate dai sindaci del territorio messinese, che chiedono la riconversione del covid hospital Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto, ha risposto che nel piano che sta presentando per l’informativa alla VI Commissione Ars, è scritto con molta chiarezza che la ospedalizzazione dei casi positivi parte dal riempimento delle aree Covid nelle Aziende ospedaliere cittadine: vuol dire che verrà gradualmente ripristinata la funzionalità di tutti gli altri presidi, come già avvenuto a Partinico e come presto accadrà a Barcellona”.
“Fino ad oggi l’ospedale di Noto – continua Gennuso – ha dato risposta soddisfacente rispetto al ricovero di pazienti affetti da Covid ma ci aspettiamo adesso che l’assessore Razza faccia per il Trigona, gli stessi passi compiuti per gli altri covid-hospital. Ci aspettiamo, quindi, una riconversione in tempi rapidi e un ritorno alle normali funzioni di ospedale che serve un bacino d’utenza che abbraccia tutta la zona Sud della provincia siracusana e parte di quella ragusana”.

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.